Come funziona il olio di CBD

In che modo l’olio di CBD può trattare l’artrite reumatoide

Come il CBD può trattare l'artrite reumatoide?

Come il CBD può trattare l’artrite reumatoide? Scopri maggiori dettagli nel seguente articolo.

L’artrite reumatoide è una delle forme più comuni di reumatismi oggi. Sfortunatamente, tuttavia, è una condizione cronica con pochi possibili trattamenti farmaceutici e quelli disponibili non sono sempre efficaci e alcuni possono persino avere effetti collaterali indesiderati o pericolosi. Fortunatamente, un numero crescente di ricerche mostra il potenziale dei rimedi naturali, come l’olio di CBD, come trattamento per l’artrite reumatoide e altre forme di reumatismi.

Cos’è l’artrite reumatoide?

Secondo l’OMS, oltre 23 milioni di persone in tutto il mondo sono affette da artrite reumatoide. Uno dei disturbi cronici più comuni al mondo, l’artrite reumatoide è una malattia autoimmune a lungo termine (o cronica) che colpisce principalmente le articolazioni. Alcuni dei sintomi più noti dell’artrite reumatoide sono articolazioni rigide, dolorose, calde e gonfie, che nella maggior parte dei casi portano a una mobilità ridotta. Questi sintomi possono peggiorare a causa della mancanza di esercizio.

Il disturbo può interessare anche altre parti del corpo. Come la maggior parte delle malattie autoimmuni, esistono diversi modi per manifestarle nel corpo. L’artrite reumatoide potrebbe anche causare un basso numero di globuli rossi e infiammazioni intorno ai polmoni e al cuore, per esempio.

Sebbene si pensi che il disturbo sia causato da una combinazione di fattori genetici e ambientali, non è chiaro cosa causi l’artrite reumatoide. Tuttavia, sappiamo che innesca una reazione eccessiva del sistema immunitario, come nella maggior parte delle malattie autoimmuni, facendo sì che il corpo attacchi inutilmente le proprie articolazioni. Ciò si traduce in infiammazione e gonfiore dell’articolazione, che può essere molto doloroso e può ridurre la mobilità.

Sebbene non esista una cura per l’artrite reumatoide, sono disponibili diversi trattamenti per cercare di ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita dei pazienti. La maggior parte di loro si concentra sulla riduzione del dolore e dell’infiammazione. A volte vengono utilizzati steroidi non steroidei e farmaci antinfiammatori per ridurre il dolore associato all’artrite reumatoide. Altri farmaci comunemente usati sono gli antireumatici modificanti la malattia (DMARD). Ma questi farmaci comunemente usati non sono sempre così efficaci. Inoltre, le persone che li usano dicono che hanno anche effetti collaterali indesiderati, possibile dipendenza o addirittura tossicità, che possono essere in pericolo di vita.

CBD, potenziale trattamento per l’artrite reumatoide. CBD può trattare l’artrite reumatoide

Fortunatamente il cannabidiolo (CBD) sembra essere uno dei rimedi naturali in grado di aiutare a trattare efficacemente disturbi come l’artrite reumatoide. Ci sono una serie di studi che mostrano risultati promettenti dell’uso di questo cannabinoide contro l’artrite reumatoide e malattie autoimmuni simili.

In primo luogo, il CBD ha dimostrato di avere forti proprietà antinfiammatorie. Dimostrato da questa ricerca dell’Università del Kentucky, il cannabidiolo può ridurre l’infiammazione e il dolore legati ai reumatismi. Ancora più importante, lo fa senza gli effetti collaterali indesiderati e potenzialmente pericolosi associati ad alcuni dei farmaci più utilizzati. Il CBD è una sostanza vegetale naturale sicura da usare, senza effetti collaterali indesiderati.

I cannabinoidi di canapa potrebbero anche fornire miglioramenti significativi nella mobilità e nel dolore associato, riducendo il dolore a riposo e fornendo un riposo migliore, come dimostrato da un altro studio del Royal National Hospital for Rheumatic Diseases nel Regno Unito. Dato che il sonno e il riposo sono estremamente importanti per la capacità del corpo di riprendersi, il CBD potrebbe essere molto buono per i pazienti che soffrono di artrite reumatoide. Soprattutto se combinato con una sana dose di esercizio, nei limiti di ogni persona, ovviamente.

Gli effetti del CBD nell’organismo

Il fatto che il CBD sembri essere un trattamento così efficace per i disturbi reumatici deriva dalla sua interazione unica con il sistema endocannabinoide del corpo (ECS). Si tratta di una rete di comunicazione composta da recettori CB1 e CB2 diffusi in tutto il corpo. Interagiscono con i neurotrasmettitori che il nostro corpo dovrebbe produrre naturalmente e regolano quasi tutti i processi nel corpo necessari per mantenerci in vita. Compresi dolore, fame, temperatura corporea e alcune risposte emotive.

Tuttavia, in alcuni casi, questo ECS è distorto. Ciò potrebbe determinare il corpo ad abbattere questi neurotrasmettitori troppo rapidamente, ad esempio. O non produrne abbastanza, causando ogni sorta di disturbi. In questi casi, può essere utile aiutare il tuo corpo con i fitocannabinoidi (fito = vegetali), quelli che conosciamo dalla pianta di canapa. Questo potrebbe aiutare a ripristinare l’equilibrio essenziale di cui il corpo ha bisogno per prosperare. Quindi, il CBD non cura o tratta, ma è un impulso naturale che consente al tuo corpo di guarire e riprendersi meglio.

Prodotti CBD per il trattamento dell’artrite reumatoide

I prodotti CBD a base di canapa sono disponibili in molte forme, dimensioni e dosaggi diversi. Hanno effetti diversi sul corpo e sulla mente. Quindi, se siete principianti nell’uso del CBD, questo potrebbe creare confusione. Fortunatamente, siamo felici di aiutarvi a trovare il prodotto giusto per le vostre esigenze.

Il primo prodotto CBD benefico per il trattamento dell’artrite reumatoide è il nostro olio di CBD all’8%. Questa è la forma più comune di CBD sul mercato e contiene più del solo cannabidiolo. Poiché è un olio di CBD a spettro completo, è anche ricco di tutti gli altri cannabinoidi presenti nella canapa, come CBG, CBC e CBN, ad esempio e offre il miglior effetto entourage possibile.

Tuttavia, potrebbe non essere il prodotto più efficace, a causa del suo limitato assorbimento da parte del corpo. Questo perché le molecole di cannabinoidi sono sostanze grasse che riescono a malapena a entrare nel tessuto della bocca. Pertanto, la maggior parte della quantità di cannabidiolo ingerita deve viaggiare attraverso il sistema digestivo e passare attraverso un “effetto di primo passaggio” prima di raggiungere il flusso sanguigno. E questo processo si traduce in un’enorme perdita di cannabinoidi.

CBD può trattare l’artrite reumatoide?

Un modo per evitare questa perdita è utilizzare CBDactive + idrosolubile. Perché questo prodotto contiene cannabidiolo che è già legato a una lipoproteina. Ciò significa che è molto più facile da essere assorbito dall’organismo e che offre la più alta biodisponibilità possibile: quasi il 100%! Il fatto che sia solubile in acqua rende il prodotto facile da usare, mescolandolo ad un bicchiere d’acqua o tè, per esempio.

Un altro prodotto CBD che potrebbe aiutare a trattare l’artrite reumatoide sono i cerotti CBD locali, con assorbimento ritardato dei principi attivi attraverso la pelle, per garantire un sollievo duraturo. All’inizio, i cerotti al CBD forniscono sollievo locale quando applicati, ma poi si diffondono lentamente al resto del corpo. Pertanto, puoi posizionarli intorno all’area interessata oppure puoi scegliere un luogo senza peli con la pelle sottile per posizionare un cerotto. A seconda di vari fattori ambientali, i cerotti CBD forniscono lenitivo per almeno 12 e fino a 36 ore. Secondo gli utenti, i cerotti CBD funzionano estremamente bene contro il dolore cronico, rendendoli una forma promettente di CBD per il trattamento dell’artrite reumatoide.

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *