Come funziona il olio di CBD

Olio di CBD ad ampio spettro vs olio di CBD a spettro completo di cannabinoide

olio di cbd a spettro completo

Olio di CBD a spettro completo

L’olio di CBD è ottenuto da estratti della pianta di canapa. Tuttavia, il cannabidiolo (CBD) non è l’unica sostanza che si trova naturalmente nella canapa. Negli estratti di canapa a spettro completo troverete anche un gran numero di altri cannabinoidi e terpeni aromatici. Come suggerisce il nome, lo spettro “completo” contiene l’intero spettro di principi attivi naturalmente presenti nella pianta. spettro completo dell’olio di CBD scopri maggiori informazioni.

Il cannabidiolo è il principale ingrediente attivo negli estratti di canapa a spettro completo, ma tutti questi cannabinoidi e terpeni supportano notevolmente l’efficacia del CBD nel corpo. Chiamiamo questa sinergia “effetto entourage”, una ragione importante dietro il successo del CBD.

L’effetto entourage è il risultato della combinazione del CBD con altri cannabinoidi (e terpeni) nella canapa: cannabigerolo (CBG), cannabicromene (CBC), cannabinolo (CBN) e tetraidrocannabinolo (THC). E quest’ultimo è il nostro argomento di discussione oggi. Il THC è naturalmente una sostanza psicoattiva, che potrebbe causare una sensazione di euforia, se consumata da sola.

Tuttavia, nell’olio di cbd, il THC esiste in concentrazioni così basse (<0,05%) da sostenere solo l’effetto entourage. Inoltre, il CBD è noto per contrastare gli effetti psicoattivi del THC. Cioè, in questo rapporto, non sperimenterete effetti collaterali indesiderati, mentre la sostanza utile garantisce i migliori risultati dell’olio di CBD.

Utilizzate l’olio di CBD ad ampio spettro per lo sport o nella vita di tutti i giorni?

Olio di CBD a spettro completo . D’altra parte, ci sono estratti di canapa da cui viene rimosso tutto il THC. Questi sono chiamati ad ampio spettro (non “completo” di cannabinoidi disponibili) e sono utilizzati per il cosiddetto “olio di CBD ad ampio spettro senza THC”. L’idea alla base di questo è che avrai un effetto entourage più forte rispetto all’olio puro di CBD – fabbricato con cristalli di CBD isolati – ma non ingerire THC. Come succede nel caso del CBD a spettro completo, dove supporta l’effetto entourage.

Questo olio di CBD ad ampio spettro è diventato molto popolare negli Stati Uniti e viene venduto sempre di più in Europa. L’ampio spettro sembra essere particolarmente popolare tra gli atleti. E le persone che sono sottoposte a test antidroga obbligatori sul lavoro sembrano anche preferire l’olio ad ampio spettro senza THC ai prodotti CBD a spettro completo.

Questo perché si presume che queste quantità non rilevabili di THC nell’olio di CBD a spettro completo (<0,05%) possano risultare in un test delle urine positivo al THC. Poiché in alcuni casi potrebbe causare la perdita del posto di lavoro o della carriera sportiva, un test antidroga positivo è l’ultima cosa che desideri. Ma l’ampio spettro è la scelta migliore per evitare di risultare positivo al THC quando si utilizza l’olio di CBD?

THC nelle urine quando si utilizzano estratti a spettro completo o ad ampio spettro

La nostra esperienza ci dice che è quasi impossibile che un test delle urine sia positivo per il THC dopo aver usato l’olio di canapa a spettro completo. Dopotutto, la quantità di THC ingerita già non rilevabile è così piccola che la quantità ancora minore di prodotto di degradazione diventa ancora meno rilevabile. Inoltre, la presenza di THC aumenta gli effetti del CBD e di altri cannabinoidi nell’olio a spettro completo. Cioè, avete bisogno di molti meno cannabinoidi per ottenere gli effetti desiderati.

In un estratto ad ampio spettro, tuttavia, la mancanza di THC comporta la necessità di utilizzare quantità maggiori di CBD e altri cannabinoidi per un effetto simile. Forse anche più alto nel caso dell’olio di CBD “puro”, data la totale mancanza di effetto entourage in questo prodotto. Ma questo non è l’unico svantaggio. Perché la ricerca mostra che il CBD può trasformarsi in THC nello stomaco!

Isomerizzazione del CBD in THC nello stomaco

Il processo mediante il quale il CBD viene convertito in THC nello stomaco è chiamato isomerizzazione. Questo è un processo complesso in cui la molecola di CBD cambia in circostanze acide. In teoria, le molecole di CBD e THC sono quasi le stesse. Hanno la stessa composizione e peso molecolare: l’unica differenza è che il CBD ha un anello aperto e il THC un anello chiuso.

Tuttavia, in mezzi acidi (pH <2,5), nel caso dell’acido gastrico in tal caso, si verifica l’isomerizzazione. Questo fa sì che l’anello della molecola di cannabidiolo (CBD) si chiuda, trasformandolo in THC. In breve, il CBD viene convertito in THC nello stomaco. Ma non devi preoccuparti, perché non tutto il CBD che ingerisci si trasforma in un cannabinoide psicoattivo. Secondo la ricerca, solo una parte della quantità totale di cannabidiolo ingerita verrà convertita in tetraidrocannabinolo.

Ciò significa anche che il rischio di trovare THC nel corpo utilizzando olio “Pure CBD” o olio di canapa ad ampio spettro è maggiore rispetto a quando si utilizza olio di canapa a spettro completo. Avete bisogno di più CBD per gli effetti desiderati nel caso dei primi due prodotti e quindi più CBD può trasformarsi in THC nello stomaco. Con l’uso regolare, questo non genererà processi di scomposizione del THC sufficienti per un test delle urine positivo.

Test THC positivo dopo aver utilizzato olio di canapa

Tuttavia, ci sono casi in cui i consumatori affermano di aver ricevuto un test THC positivo in seguito all’uso del CBD. Ciò è spesso dovuto al fumo di una canna o all’uso di olio di cannabis ricco di THC al posto dell’olio di canapa CBD nelle settimane o addirittura mesi prima del test. Questo perché i cannabinoidi come il THC e il CBD sono immagazzinati nel tessuto adiposo del corpo, dove possono rimanere per mesi.

In questo modo, potrebbe accadere che un atleta che fuma una canna di tanto in tanto tra una partita o un torneo, si alleni per tre mesi per una competizione importante e risulti positivo al THC. Perché l’allenamento ha fatto bruciare il grasso, rilasciando nel sangue il THC immagazzinato nel grasso.

Se sei sicuro di non aver fumato o usato olio di cannabis ricco di THC, è responsabilità della polizia, del datore di lavoro, della lega sportiva o delle autorità antidoping dimostrare che il test THC positivo è causato dall’olio di CBD.

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *