Come funziona il olio di CBD, Olio di CBG

Olio CBD + CBG per il trattamento delle infezioni fungine

Olio CBD + CBG per il trattamento delle infezioni fungine: come funziona?

Olio CBD + CBG per il trattamento delle infezioni fungine: come funziona?

L’olio di CBD è spesso menzionato quando si tratta di dolore cronico, disturbi mentali e malattie autoimmuni. Tuttavia, ci sono disturbi di cui alle persone non piace parlare apertamente. Ad esempio, infezioni fungine. La maggior parte dei pazienti che soffrono di infezioni fungine non ne parla per vergogna. E questo potrebbe impedire un trattamento adeguato. Fortunatamente, gli studi dimostrano che queste infezioni potrebbero essere trattate con prodotti a base di canapa, come l’olio CBD + CBG.

Infezioni fungine 

Come usare il olio di CBD + CBG per il trattamento delle infezioni fungine.

Un fungo è un microrganismo vivente che si trova nell’aria, nell’acqua o nel suolo. Alcuni funghi ben noti includono lievito muffa. Esistono anche funghi che possono vivere nel o sul corpo umano. La maggior parte di questi non sono pericolosi per la nostra salute.

D’altra parte, alcuni funghi possono avere un impatto sulla nostra salute in vari modi. La maggior parte di queste infezioni non sono mortali, ma sono molto fastidiose e spesso difficili da trattare. La meningite fungina e altre infezioni fungine che possono invadere il flusso sanguigno sono rare, ma possono essere mortali senza un trattamento adeguato.

Le infezioni fungine più comuni sono le infezioni fungine delle unghie e del “piede d’atleta” (una comune infezione dei piedi causata da funghi chiamati dermatofiti). Altre infezioni di cui potresti aver sentito parlare sono candida, tigna e tinae cruris (infezione della zona inguinale negli uomini).

Farmaci antifungini

Sfortunatamente, la maggior parte delle infezioni fungine sono difficili da trattare e non esiste una cura disponibuile per tutti i tipi di funghi. Questo per i funghi può manifestarsi nel corpo in vari modi, rendendo difficile il trattamento dell’infezione. La maggior parte delle infezioni della pelle e delle unghie richiedono solo un trattamento locale. Tuttavia, altre infezioni più gravi possono richiedere farmaci orali per il successo del trattamento.

Una cosa che la maggior parte di questi farmaci ha in comune è che prendono di mira l’ergosterolo nei funghi. Secondo Wikipedia, è il cosiddetto “sterolo che si trova nelle membrane cellulari dei funghi, che svolge molte delle stesse funzioni che il colesterolo svolge nelle cellule animali”. Poiché molti funghi non possono sopravvivere senza questo sterolo, si è dimostrato un utile bersaglio per i farmaci antifungini.

Lo svantaggio di molti di questi farmaci è che hanno anche effetti collaterali. In particolare, il medicinale ingerito per via orale può causare problemi digestivi (mal di stomaco, flatulenza e diarrea) ed eruzioni cutanee. Il cannabidiolo (CBD) non causa questi effetti collaterali e potrebbe essere un’alternativa più sana a questi farmaci.

 

Olio di CBD + CBG per il trattamento delle infezioni fungine

Oltre a garantire l’equilibrio necessario nel sistema endocannabinoide (ECS) del corpo per calmare una varietà di condizioni, i cannabinoidi come il CBD possono anche essere molto utili nel trattamento delle infezioni fungine. E, a differenza dei farmaci prescritti, lo fanno senza effetti collaterali.

Come descritto in uno studio del 2011 pubblicato sul British Journal of Pharmacology, i cannabinoidi vegetali come il cannabidiolo, il cannabigerolo (CBG) e il cannabicromene (CBC) hanno forti proprietà antifungine. Il che li rende composti interessanti per la ricerca di trattamenti antifungini efficaci. Ma queste non sono le uniche sostanze contenute nella canapa che vale la pena esplorare quando si tratta di trattare le infezioni fungine.

Un’altra ricerca mostra che gli oli essenziali che contengono i terpeni aromatici alfa-pinene e delta-3-carena offrono anche forti proprietà antifungine. E un altro studio ha mostrato gli effetti antifungini del β-cariofillene, uno dei terpeni più comuni nella canapa, che si trova anche nell’olio di CBD all’8%. Gli scienziati alla base di questa ricerca hanno notato che il terpene necessitava solo da due a quattro ore per fornire effetti visibili, suggerendo che questo terpene è estremamente efficace nella rimozione rapida dei funghi.

Quali prodotti CBD + CBG usare?

Sebbene la ricerca su questo argomento sia relativamente scarsa, ci sono ancora evidenze dell’efficacia di alcuni cannabinoidi nel trattamento delle infezioni fungine. E considerando la mancanza di effetti collaterali e l’accessibilità economica dei prodotti, di certo non fa male provare a trattare le infezioni fungine con integratori di canapa come olio di CBD, olio CBD + CBG e cosmetici CBD.

A seconda del tipo di infezione, suggeriamo di utilizzare olio di canapa a spettro completo per via orale e cosmetici CBD per le infezioni fungine della pelle. Sebbene la maggior parte delle persone scelga automaticamente l’olio di CBD come possibile trattamento, riteniamo che l’olio CBD + CBG (che ha un rapporto 50/50 tra CBD e CBG) possa fornire risultati ancora migliori di un prodotto CBD esclusivo.

Fonte: https://dutchnaturalhealing.com

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.