CBD Extra

Cos’è la CBC e quali sono i vantaggi di questo cannabinoide

i benefici del cannabinoide CBC sono estremamente promettenti.

Ultimamente si sente sempre di più parlare di cannabinoidi, soprattutto THC e CBD. Ma probabilmente non avete mai sentito parlare della cannabis, nota anche come CBC. Scoperto oltre 50 anni fa, il CBC è considerato uno dei sei cannabinoidi straordinari nella ricerca medica. Non riceve la stessa attenzione degli altri cannabinoidi, ma i benefici del cannabinoide CBC sono estremamente promettenti.

Il CBC ha le stesse origini del THC e del CBD, tutti derivati ​​dall’acido cannabigerolico (CBGA). Le piante di cannabis producono CBGA, il precursore di tre principali cannabinoidi: acido tetraidrocannabinolico (THCA), acido cannabidiolico (CBDA) e acido carbossilico cannabicromene (CBCA).

Per il CBC, si converte da CBGA in acido carbossilico cannabicromene (CBCA), e poi infine in CBC dopo l’esposizione al calore o alla luce ultravioletta.

Il CBC funziona insieme ad altri cannabinoidi

Il CBC non provoca intossicazione, non produce euforia, come il THC. Il motivo per cui non è inebriante è che si lega male ai recettori dei cannabinoidi CB1 nel cervello. Ma il CBC si lega ad altri recettori nel corpo, come il recettore vanilloide 1 (TRPV1) e il potenziale recettore transitorio di anchirina 1 (TRPA1), entrambi collegati alla percezione del dolore. Quando il CBC attiva questi recettori, vengono rilasciati livelli elevati degli endocannabinoidi naturali del corpo, come l’anandamide.

Il CBC ha vantaggi separati, ma i ricercatori ritengono anche che funzioni in sinergia con altri cannabinoidi, un termine noto come effetto entourage. Questo effetto della collaborazione del THC con il CBD è ben noto, ma non è noto se anche altri cannabinoidi abbiano un effetto entourage.

Il potenziale medicinale del Cannabinoide CBC

I vantaggi che il CBC avrebbe, hanno implicazioni di vasta portata. Di seguito sono riportate alcune condizioni mediche che possono essere alleviate dalla cannabichromene.

Il cannabinoide CBC e Cancro

Il cannabichromene può essere un forte alleato contro il cancro, e il motivo potrebbe essere la sua interazione con l’endocannabinoide naturale del corpo, l’anandamide. Il CBC sembra anche inibire l’assorbimento dell’anandamide, permettendogli di rimanere più a lungo nel flusso sanguigno.

Uno studio in cui è stata avviata la crescita del tumore nei topi (un modello di carcinogenesi cutanea a due stadi) ha mostrato come i cannabinoidi potrebbero essere efficaci nell’inibire sia l’infiammazione che la crescita del tumore. Poiché è stato dimostrato che l’anandamide combatte il cancro al seno in vitro e in vivo, questo fa sperare che sia il CBC che altri cannabinoidi potrebbero un giorno essere agenti chemiopreventivi.

L’idea del CBC come alleato contro il cancro è stata pubblicata per la prima volta in uno studio del 2006 che ha esaminato i cannabinoidi diversi dal THC e i loro possibili effetti sul cancro. Sebbene il THC sia noto per le sue qualità antitumorali in molte diverse forme di cancro, le sue forti proprietà psicotrope possono renderlo difficile da usare. Ad oggi, la ricerca ha scoperto che il CBC è il secondo cannabinoide più potente nell’inibire la crescita di nuove cellule tumorali (il CBG era il più forte).

Il cannabinoide CBC per Dolore e infiammazione

Il cannabichromene ha dimostrato di bloccare il dolore e l’infiammazione associati all’artrosi. I cannabinoidi come il CBC agiscono sull’infiammazione in modo diverso dai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e non hanno gli effetti collaterali di questi farmaci. In un altro esempio di effetto entourage, il CBC in combinazione con il THC ha avuto una significativa risposta antinfiammatoria in uno studio su animali: insieme, i due cannabinoidi hanno prodotto un effetto molto maggiore sull’infiammazione che separatamente.

Cellule nervose

In uno studio del 2013 sui topi, il CBC ha avuto un effetto positivo sui progenitori delle cellule staminali neuronali, cellule essenziali per il funzionamento di un cervello sano. Queste cellule sono diventate più vitali quando erano in presenza di CBC, e questo è promettente perché questo tipo di cellule si trasforma in cellule astrogliali, le cellule più importanti per mantenere l’omeostasi del cervello. Le cellule astrogliali svolgono una serie di funzioni, inclusa la direzione del neurotrasmettitore e la difesa dallo stress ossidativo. Le cellule astrogliali combattono molti di questi problemi – stress ossidativo, infiammazione, tossicità – che creano malattie neurologiche e patologie cerebrali, come il morbo di Alzheimer.

Acne

Una squadra di ricercatori che ha mostrato l’effetto del CBD sull’acne ha studiato altri cannabinoidi, incluso il CBC, per lo stesso problema. È stato dimostrato che il CBC è un potente inibitore dell’acne. In quanto malattia della pelle, l’acne è caratterizzata da un’eccessiva produzione di sebo e dall’infiammazione delle ghiandole sebacee. Il CBC sembra avere forti proprietà antinfiammatorie e sopprime l’eccessiva produzione di lipidi nelle ghiandole sebacee. Il CBC ha anche ridotto i livelli di acido arachidonico (AA), necessario per creare la lipogenesi. Sono necessarie ulteriori ricerche, ma il CBC potrebbe diventare un trattamento antiacne potentissimo.

Depressione

In un’altra straordinaria manifestazione dell’effetto entourage, il CBC sembra collaborare con THC e CBD per fornire una combinazione di proprietà antidepressive.

La speranza terapeutica del CBC è importante e richiede ulteriori ricerche per determinare la potenza separata, ma anche insieme ad altri cannabinoidi per un effetto entourage. Ci auguriamo che con l’emergere di nuovi studi e leggi sulla cannabis, i medicinali con una varietà di cannabinoidi diventino presto un’opzione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *