Come funziona il olio di CBD

CBD influisce sulla capacità di guidare?

CBD influisce sulla capacità di guidare?

CBD influisce sulla capacità di guidare?

Sempre più persone hanno imparato a conoscere l’olio di CBD come integratore alimentare sicuro e naturale, che offre possibili effetti positivi sul corpo e sulla mente. Gli scettici potrebbero ancora diffidare del modo in cui il CBD potrebbe influenzare la nostra funzione cognitiva e la capacità di guidare, ad esempio. Fortunatamente, i ricercatori olandesi hanno ora scoperto che sebbene alcuni cannabinoidi possano influenzare la tua capacità di guidare, il cannabidiolo (CBD) no.

Guidare dopo che hai utilizzato CBD e THC

La popolarità degli integratori derivati ​​dalla canapa come l’olio di CBD è aumentata enormemente negli ultimi anni. E con ciò vediamo una maggiore richiesta di maggiori informazioni sui possibili effetti di tali sostanze. Alcune persone potrebbero ancora diffidare del possibile impatto che questi prodotti potrebbero avere sulle nostre operazioni quotidiane.

Una delle preoccupazioni si concentra sui possibili effetti che l’olio di CBD potrebbe avere sulla capacità di guidare. Questo integratore alimentare non appare quando viene testato con dispositivi di test del traffico né produce euforia come altri cannabinoidi, come il THC. In effetti, si ritiene che l’uso del CBD possa persino contrastare gli effetti psicoattivi del THC.

Per rassicurare i nuovi consumatori di CBD, i ricercatori olandesi hanno studiato gli effetti del cannabidiolo e di altri cannabinoidi su 26 guidatori sani.

Ricerca olandese sul CBD

Questo esperimento unico, pubblicato sul Journal of American Medical Association, ha utilizzato 26 partecipanti per studiare gli effetti di diversi cannabinoidi sulle capacità di guida dell’utilizzatore. A ogni conducente è stato chiesto di usare cannabis contenente diverse percentuali THC / CBD prima di guidare per 100 km in autostrada. In circostanze controllate, ovviamente, i conducenti erano supportati da un istruttore di guida, con un volante e pedali aggiuntivi per prendere il controllo quando necessario.

Alcuni dei partecipanti hanno ricevuto campioni con Tetraidrocannabinolo (THC), il cannabinoide psicoattivo che si trova solo in concentrazioni estremamente basse nell’olio di CBD a spettro completo. Altri hanno ricevuto campioni di CBD, un rapporto THC / CBD uguale o un placebo per vedere i diversi effetti di questi componenti quando usati nel traffico.

La misurazione della possibile difficoltà alla guida è iniziata 40 minuti e 240 minuti dopo il consumo, utilizzando la deviazione standard della posizione laterale.

CBD, sicuro nel traffico

Come hanno concluso i ricercatori, “i test con CBD dominante non hanno avuto un impatto negativo sulle capacità di guida”. Le misurazioni su coloro che hanno utilizzato solo CBD sono risultate quasi uguali a quelle del gruppo placebo. Tuttavia, i risultati degli altri (con più THC) hanno mostrato che ha avuto un certo impatto sulla guida del soggetto oltre 40 e fino 100 minuti dopo il consumo. Queste carenze sono svanite rapidamente e non erano più visibili dopo 240-300 minuti dopo l’uso, affermano gli autori dello studio. Inoltre, il rapporto 50:50 THC / CBD ha influenzato di meno gli utilizzatori dei campioni di THC.

Lo studio è stato condotto presso l’Università di Sydney e realizzato dall’Università olandese di Maastricht. Secondo l’autore principale Thomas Arkell, “questi risultati sono i primi a suggerire che il CBD, se consumato senza THC, non compromette la capacità di guidare di un soggetto”. Questo studio fornisce prove a sostegno dell’idea che il CBD sia sicuro, anche quando si guida un veicolo.

Fonte: https://dutchnaturalhealing.com/

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *